Segui il metodo Bilancio Utile e porta gli altri ad interessarsi e voler investire soldi nella tua impresa (e non più tu a chiederli perchè ne hai bisogno)

Migliora il tuo rating in 6 mesi e rendi la tua impresa oggetto del desiderio di banche ed investitori privati

Ti sei mai trovato
in una delle seguenti situazioni?

La banca ha cambiato le condizioni del tuo credito in modo improvviso e non trovi una spiegazione

Non sai come approcciare la banca per ottenere nuove linee di finanziamento

Non vieni ascoltato, seguito, gestito e trattato dalle banche come un cliente dovrebbe essere trattato?

In passato ti sei affidato a dei consulenti che non ti hanno portato i risultati che ti avevano promesso

Paghi interessi troppo alti e non sai come fare per diminuirli

Hai notato che negli ultimi anni ottenere credito per la tua azienda è diventato più difficile e non capisci esattamente il perché

Se almeno una di queste situazioni
ti risulta familiare allora

possiamo aiutarti!

Le banche italiane stanno fuggendo dalle imprese

I dati parlano chiaro. Nei primi 10 mesi del 2017 sono stati meno 55 miliardi il credito che le banche hanno concesso alle PMI Italiane. Non c’e’ più rapporto, interesse ed attenzione verso questo tipo di mercato.

Il paradosso è che le banche sono  estremamente liquide e alla dannata ricerca di un solo tipo di imprese : le Investment Grade ovvero aziende con ottimi rating.

Come nasce Bilancio Utile e perché è importante oggi?

Bilancio Utile nasce come un vero e proprio sistema che porta la tua impresa a governare e gestire il giudizio che gli altri hanno della tua impresa. Banche, concorrenti, fornitori, investitori oggi vogliono conoscere il tuo stato di salute finanziario. Sanno che se non hai un buon rating è meglio starti alla larga perché le imprese con brutti rating tendono a smettere di pagare e chiudere. Nessuno vuole lavorare con te se hai in bancha una cattiva reputazione, nessuno si fida di te se non hai un buon rating, nessuno ti cercherà per questo motivo. Lavorare seguendo il metodo Bilancio Utile significa investire su questo: un processo che migliori la fiducia che il mercato ha della tua impresa.

Quali sono le aree di lavoro per arrivare alla soluzione?

COME
STIAMO?

Analisi dei dati e della situazione attuale

Questa fase è indispensabile per capire da che punto stiamo partendo. Spesso le aziende hanno delle convinzioni che non sono quelle che il mercato riconosce. Pensano di essere in una posizione di tutto rispetto forti magari della loro storia o delle belle parole che si sono sentiti ripetere in passato da consulenti o direttori di banca compiacenti. Hanno le idee confuse perché una banca li ha detto che sono una tripla B mentre per altra banca sono un rating 3 e in quella di fronte un rating M4 semplicemente perché le scale di giudizio non sono omogenee. Questo senso di incertezza e poca chiarezza deve preoccupare. Serve infatti conoscere da subito il nostro punto univoco di partenza sul quale lavorare. Per questo attraverso la diagnosi utile serve conoscere il giudizio che l’impresa ha e sul quale si vuole lavorare.

ANALISI DEI PUNTI DI DEBOLEZZA

Quali sono i punti che penalizzano il tuo rating?

Il giudizio che ha un impresa è un algoritmo. Un parametro che oggi ci dice se la tua impresa sarà o non sarà finanziabile e meritevole di credito e fiducia. Questo algoritmo è composto da tutta una serie di ingredienti di carattere quantitativo ( dati di bilancio, centrale rischi, insoluti, codice attività, ecc. ) e qualitativo (come l’azienda lavora, come paga e viene pagata, che posizione ha nel suo mercato di riferimento, chi sono i soci, come comunicano con il sistema e cosa comunicano, ecc.). Diventa quindi in questo seconda fase necessario spaccare questo elemento, scoprirne la ricetta e capire quali sono gli ingredienti che ci mancano. Oggi per avere credito le conoscenze o amicizie che abbiamo in banca non servono più. Tutto passa attraverso un analisi fatta da un software che ci dice se siamo dentro o fuori. Se siamo clienti graditi o no.
Non conoscere come questo giudizio viene formulato e come possibile influenzarlo positivamente è un errore imperdonabile.

MESSA A TERRA DELLA STRATEGIA

Cosa devi fare in concreto per migliorare il giudizio che hanno gli altri circa l’affidabilità della tua azienda.

Migliorare il rating non è una passeggiata. Devi infatti sapere che mentre questo paramentro può peggiorare da un mese all’altro drasticamente il percorso di risalita è spesso difficile, se non impossibile, (e alcune imprese che l’hanno vissuto di persona possono confermarlo). Gli aspetti da seguire sono molti, spesso sconosciuti mentre le informazioni, raccolte a destra e sinistra gratuitamente su come si milgiora il rating, fanno più danni delle grandine. Serve seguire un protoccolo che analizzato lo stato di salute della tua impresa metta in strada tutte le strategie e le tecniche per guadagnare maggiore affidabilità e migliorare il proprio rating. Modificare i comportamenti, imparare a leggere certi segnali, prevenire situazioni scomode, gestire le obiezioni più difficili, farti ascoltare e ricevere, conoscere quanto ti costa il credito e ridurlo sono solo alcuni dei risutlati che con Bilancio Utile ti portarai a casa.

 

> A chi si rivolge Bilancio Utile?

Bilancio Utile si rivolge quindi a tutti gli imprenditori che hanno capito quanto sia importante trasmettere fiducia al mercato per poter lavorare serenamente e senza compromessi. E’ questo che fanno le aziende che hanno un ottimo rating e lavorano per mantenerlo nel tempo.

> Come può aiutarti Bilancio Utile?

Piacere al mercato, sentirsi corteggiati da banche ed investitori, diventare un’eccellenza, non è un processo banale.
Serve impegno oltre che qualcuno che dall’esterno riconosca le criticità che non riesci a vedere, difetti anche minimi che possono essere corretti attraverso un vero e proprio percorso che richiede costanza e determinazione. Bilancio utile ha questa missione.

> Perché Bilancio Utile è così efficace?

Migliorare il rapporto che le imprese hanno con il credito, con le banche e il grado di affidabilità che trasmettono al mercato non è un processo immediato e che si risolve con una semplice analisi dei dati. Questo è quello che fanno molte società di consulenza quando si parla di rating. Ti comunicano come viene visto da loro o da altri con punteggi o scale di valore tra loro neanche omogenee. Per capire cosa fa Bilancio Utile, perché è diverso dagli altri e funziona, ti basti pensare che queste loro conclusioni sono per noi solo il punto di partenza e non di arrivo.

Da qui parte un vero processo che mette sotto la lente di ingrandimento ogni dettaglio della tua impresa, lo analizza e ti fornisce un vero e proprio processo di miglioramento indicandoti obiettivi e tempo necessario per raggiungerli. Sarai a questo punto tu a decidere se muoverti in autonomia o proseguire con noi.

Cosa dicono di noi

Bilancio Utile Srl è un punto di riferimento del nostro Gruppo facente parte di un settore dove i pagamenti sono molto lunghi e i margini ridotti. 

Il lavoro non manca ma, senza la corretta provvista finanziaria, la corretta gestione dei rapporti con il credito, la conosenza del proprio Rating (che ogni banca ti dice essere diverso) si rischia davvero di perdersi in chiacchere inutili che non portano a nulla. 

Serve una continua diagnosi del proprio Rating e della propria centrale rischi se si vuole poter lavorare con un minimo di programmazione.

Bilancio Utile Srl l’unica soluzione che suggerisco. 

Massimiliano Lo Bello

CEO, Consorzio Progresso

Ho sempre lavorato in passato nel mondo della Finaza come CFO di un grosso gruppo editoriale. Tempi in cui l’accesso al credito seguiva regole completamente diverse da oggi.

Da quando sono diventato titolare di una catena di ristoranti ho reputato necessario affiancare, alla mia conoscenza, il servizio Bilancio Utile Srl. Il confronto reciproco, oltre ai continui aggiornamenti su strumenti finanzairi, finanza agevolata e tutto quanto necessario per migliorare la liquidità della mia impresa, mi hanno portato a ragionare con logice nuove, estremamente snelle ma sopratutto funzionali.

Stefano Bonini

CEO, RistoGroupItalia Srl

Le responsabiltà nella gestione di una PMI sono molte. Fornitori, clienti, dipendenti, scorte di magazzino aspetti sui quali la gestione dei flussi di cassa è di fondamentale importanza. L’assenza iniziale di affidamenti limitava la nostra crescita e molti lavori rischiavano, per questo, di essere persi.

Ho deciso di affidarmi a Bilancio Utile Srl seguendo un percorso che, anche se non immediato, mi ha portato risultati concreti.

Le banche hanno fatto visita in azienda, sono state contente dell’approccio ricevuto, dei documenti presentati e della nostra gestione finanziaria interna reputandoci, dopo poco, meritevoli di credito anche seancora marchiati come realtà neocostitutita. Il rating positivo ha fatto il resto.

Doda Klara

CEO, Resitalia Srl

Bilancio Utile è da anni il nostro punto di riferimento.

Finanza agevolata, ricerca dello strumento di finanziamento corretto, predisposizione delle documentazione necessaria per piacere alle banche, lettura della centrale rischi e predisposizione di piani di sviluppo. Un metodo che, grazie alla Diagnosi Utile (che ogni anno effetuiamo), ci porta ad avere da sempre un ottimo Rating.

Dott. Luigi Gambardella

Imprenditore, Industria Laminazioni Ottone Srl

Chi ha inventato il METODO BILANCIO UTILE e perché?

Mi chiamo Alessandro Tescari e sono l’ideatore del sistema Bilancio Utile. Mi sento un giovane e dinamico consulente che ha raccolto la propria esperienza nel mondo della PMI inventandosi un METODO per rendere attraenti le imprese agli occhi delle banche e altri investitori istituzionali. Mi sono Laureato in Economia e Commercio e dopo qualche esperienza lavorativa all’estero ho iniziato nel 2005 la mia carriera all’interno del mondo del Credito e della Consulenza aziendale. Grazie alla mia caparbietà sono diventato in pochi anni District Manager Lombardia del Primo Confidi italiano. Un Distretto composto da 20 consulenti con oltre 5500 imprese sparse tra le province di LODI, PAVIA E MILANO.

“Lavorare in questa realtà per 10 anni è stata un’esperienza incredibilmente edificante. Vendere garanzie durante tutti questi anni mi ha dato qualcosa in più rispetto a qualsiasi altro lavoro nel settore, una prospettiva unica che era quella di vivere a pieno il rapporto tra banche e PMI. Una posizione di privilegio che mi ha fatto quotidianamente conoscere i bisogni degli imprenditori da una parte e dall’altra interpretare al meglio le richieste d’informazioni che le banche ogni volta riformulavano. Non c’è stato giorno che non abbia visto operazioni non andare a buon fine perché Impresa e Banca non si capivano. Il Metodo Bilancio utile nasce per colmare questo divario ed aiutare gli imprenditori a capire cosa vuole e come ragiona una banca riuscendo a piacerle ed usarla al meglio (e il meno possibile).” Blogger e Autore presso Bilancio Utile “Guardiani del credito al servizio delle imprese”. Il Blog che ti insegna a negoziare ed ottenere dalle banche le migliori condizioni. Autore e Blogger presso CreditCast “Chiacchiere spicciole sul problema del credito” il primo podcast in Italia che insegna come risolvere i quotidiani problemi che hanno le imprese con il credito.

 

Adesso hai due opzioni!

Tornare alla tua normale routine facendo quello che hai sempre fatto…

Significa vivere il giudizio che gli altri hanno della tua impresa in maniera estremamente passiva. Accettare, senza diritto di replica, quello che gli altri pensano e cedono attraverso il tuo rating accontentandoti  di quello che ti viene offerto.

Investire per presentarsi agli occhi della banca nella migliore forma possibile

Essere ricercati, corteggiati, invidiati e desiderati da tutti. Ricevere proposte ed offerte che altri non ricevono in campo lavorativo e finanziario semplicemente perché avete un buon rating. Smettere di perdere tempo per giustificarsi o convincere aziende, banche e persone a lavorare con voi.

Non aspettare che sia troppo tardi, fai il primo passo per migliorare il tuo rating adesso!

Lascia i tuoi riferimenti e verrai ricontattato con le indicazioni su qual è il primo passo che puoi affrontare per avvicinarti al metodo Bilancio Utile.

*

*

Share This